Cittadinanza attiva, 90 nuove richieste soprattutto per canile e cura del verde

04 Aprile 2014

Cittadinanza attiva

Novanta nuove richieste per aderire al progetto di Cittadinanza attiva sono giunte al Comune di Piacenza, che vaglierà le domande e valuterà quanti nuovi volontari affiancare ai 106 che operano già da diverso tempo per la cura del verde, il Pedibus, l’alfabetizzazione digitale degli anziani e in canile. Tra i compiti più gettonati ci sono proprio l’attività all’interno del canile e per la cura dei giardini pubblici, dove hanno chiesto di poter operare anche 13 ragazzi africani arrivati a Piacenza come profughi.

L’attenzione di tutti è stata però rapita da Luigi Sutti, che a 93 anni ha ancora la voglia e la forza di prendersi cura di un’area verde a La Verza: “E’ la mia palestra – ha detto – un’attività che mi fa sentire giovane e importante per la comunità in cui vivo”. Un sentimento intergenerazionale, visti i progetti presentati anche dagli studenti delle università piacentine.

CITTADINANZA ATTIVA – IL DOCUMENTO DEL COMUNE

luigi sutti

© Copyright 2021 Editoriale Libertà