Provincia

Truffa specchietto: automobilista inseguita e insultata a Caorso

4 aprile 2014

truffa specchietto

Brutta esperienza per un’automobilista di Caorso, vittima l ‘altra mattina di una coppia di sconosciuti, che hanno tentato di mettere a segno la cosiddetta truffa dello specchietto. La donna, intorno all’ora di pranzo, stava percorrendo in auto la strada che conduce dalla frazione di San Nazzaro a Caorso quando è stata sorpassata a tutta velocità da un’utilitaria di colore blu, che dopo averla superata ha rallentato la propria corsa, procedendo lentamente.

La 60enne, sola a bordo del veicolo, ha atteso qualche chilometro e poi ha sorpassato a sua volta l’auto, in direzione della propria casa. A quel punto,è scattato il tranello: la quattro ruote blu ha attivato i lampeggianti, facendo segno alla donna di fermarsi. Dall’auto sono scesi un uomo e una donna di circa 40 anni che parlavano con accento italiano, hanno iniziato a insultarla, dicendo che aveva urtato e rotto uno dei loro specchietti, durante la manovra di sorpasso.

La 60enne, impaurita, ma convinta di non aver in alcun modo colpito l’altro veicolo, ha tentato di spiegare le proprie ragioni, ma la coppia insisteva, pretendendo un immediato rimborso. “Erano molto aggressivi, continuavano a urlare e insultarmi – ha raccontato la vittima -; a quel punto ho detto loro di seguirmi fino a casa di mio figlio, a poche centinaia di metri, per chiarire la vicenda”. I due però hanno improvvisamente fatto dietro front, sono saliti in tutta fretta sull’auto e si sono dileguati. “Solo in quel momento ho capito che si trattava di due truffatori” ha aggiunto, ancora spaventata la 60enne, che fortunatamente però non ha ceduto alle loro richieste.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE