Bimba nasce in cortile durante la corsa in ospedale

07 Aprile 2014

lucchi-800

“Ha visto la luce” nel buio della notte, tanta era l’impazienza di conoscere il mondo che la piccola Agnese ha colto di sorpresa tutti, soprattutto i genitori Davide e Maria Chiara. Non ha voluto saperne di aspettare e così è nata in cortile intanto che il papà, con il motore della macchina acceso, era pronto a portare la mamma in ospedale.

Ma non ce n’è stato il tempo. Mentre la donna attraversava il cortile per raggiungere l’auto, ha sentito uscire la testolina della piccola e a quel punto non ha potuto fare altro che sdraiarsi a terra e dare alla luce la bimba, tra i giochi sparsi in cortile degli altri 6 figli della coppia. Davide e Maria Chiara di 41 e 37 anni, hanno infatti una “grande” e bella famiglia che, con l’arrivo di Agnese, è salita a quota 7 bambini: Clara, Maddalena, Andrea, Jacopo, Agnese, Emanuele e Caterina.

Agnese è arrivata una decina di giorni fa. Mamma e papà erano stati in ospedale intorno alle 21 per le prime contrazioni ma era tutto sotto controllo e avevano fatto ritorno a casa. Intorno alle 23 la situazione è improvvisamente precipitata. Maria Chiara ha avuto contrazioni fortissime ed è iniziata la corsa verso l’ospedale. Davide si è precipitato a prendere l’auto in garage ma non vedendo arrivare la moglie è tornato indietro e nel buio è riuscito a scorgere la donna che partoriva. “Aiutateci, mia moglie sta partorendo, anzi ha partorito” – sono le parole che ha pronunciato durante la chiamata al 118. L’ambulanza è arrivata in pochi minuti. Mamma e bimba sono state ricoverate in buone condizioni. Ora sono a casa e stanno bene. “E’ stata un’emozione grandissima” – ha detto Maria Chiara – ma non nascondo di aver avuto anche paura per la piccola. Per fortuna mio marito era con me ed è stato molto bravo. L’ha fatta nascere e poi è corso in casa a prendere delle coperte per la piccolina. Intanto gli altri bimbi mi hanno raggiunta mentre ero ancora terra con Agnese appoggiata sulla pancia e abbiamo vissuto insieme un momento davvero unico”.

20140407-012136.jpg

© Copyright 2021 Editoriale Libertà