Abusivi, ultima notte in viale Malta: “Trattati peggio dei profughi”

08 Aprile 2014

Abusivi al parcheggio della questura

Le sei persone che da mesi vivono abusivamente nell’edificio del Demanio di via Beverora, al confine tra l’ex Arsenale e la questura, sono costrette a lasciare l’immobile. Quella di oggi sarà l’ultima notte che potranno passare nei locali ai lati del parcheggio.

Questa mattina polizia municipale e vigili del fuoco sono intervenuti per effettuare alcune verifiche sulla stabilità del capannone fatiscente. Se sarà confermato il rischio di crolli, i sei dovranno uscire immediatamente. In caso contrario avranno solamente qualche giorno in più, perché il Demanio, presente con un suo rappresentante, ha intenzione di avviare le procedure di sgombero. A quanto pare, esiti delle verifiche a parte, i sei hanno deciso di trovarsi da domattina una nuova sistemazione. Non senza polemiche: “Siamo disoccupati, qualcuno ha anche seri problemi di salute e se ci sbattono fuori non sappiamo dove andare. Chiediamo al Comune che ci dia una casa come ha fatto con i profughi, per adesso siamo stati trattati peggio di loro”, hanno commentato le sei persone, tutte di nazionalità italiana.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà