Inseguiti dopo il furto e arrestati. Restano in carcere i due nomadi

13 Aprile 2014

L'uscita della polizia penitenziaria dal carcere delle Novate

L’uscita della polizia penitenziaria dal carcere delle Novate

Restano in carcere i due nomadi protagonisti di un furto in un appartamento a Fidenza, e di un lungo inseguimento autostradale fino a Piacenza dove erano stati arrestati. Il fatto come avevamo riferito a suo tempo era avvenuto il 5 aprile. Il giudice per le indagini preliminari l’altro giorno ha accolto la richiesta del Pm. Roberto Fontana, e disposto la custodia cautelare in carcere.

La magistratura ha rilevato che si tratta di un caso di quasi flagranza di reato, e che i due erano stati protagonisti di un lungo inseguimento fra Fidenza e Piacenza.

I due nomadi, entrambi di Asti, sono accusati di essere penetrati nella casa di un pensionato di 83 anni a Fidenza, dopo aver forzato la finestra del bagno della sua casa al piano terreno. Una volta all’interno della casa, si sono impossessati di una decina di gioielli: anelli, orecchini, catenine, collier, spille d’oro e d’argento. I due avevano inoltre falsificato la targa della Fiat Punto su cui viaggiavano.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà