Spara al gatto del vicino di casa, 65enne denunciato

15 Aprile 2014

208

Ha sparato al gatto del vicino di casa con una carabina ad aria compressa, provocandone la morte: un episodio che è costato a un 65enne di Nibbiano una denuncia per uccisione di animale, primo caso nel Piacentino in cui è stato identificato il presunto autore del reato.

I fatti risalgono al 7 aprile scorso, quando un 70enne, residente nella zona di Nibbiano, uscendo di casa, ha trovato il proprio micio riverso immobile in giardino. L’anziano si è subito accorto che qualcosa non andava e l’ha portato da un veterinario di Rivergaro, per le cure del caso. Purtroppo il tempestivo intervento non è stato sufficiente a salvare la vita del gatto, morto il giorno successivo. E’ stato proprio il veterinario a pensare che il felino fosse stato vittima di una sparatoria, sospetto confermato dalla successiva radiografia e dall’esame necroscopico, che ha rivelato la presenza di un piccolo proiettile di piombo nel torace dell’animale.

Le indagini, condotte dalle guardie forestali di Pianello, hanno portato all’abitazione del vicino di casa del 70enne, dove sono stati trovati, e sequestrati, un’arma ad aria compressa e delle munizioni, compatibili con quella che ha colpito a morte il micio. Il 65enne ha negato il proprio coinvolgimento, dichiarando di non essere l’unica persona a poter accedere alla carabina, ma nei suoi confronti è comunque scattata la denuncia.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà