Ha rapinato due giovani impugnando una bottiglia: patteggia 2 anni e 6 mesi

16 Aprile 2014

20140416-134841.jpg

Il 7 gennaio scorso ha messo a segno due rapine ai danni di un giovane africano e di un 18enne piacentino: oggi il colpevole, un ventenne tunisino, ha patteggiato 2 anni e 6 mesi di carcere.
Lo straniero, con precedenti specifici e irregolare sul territorio italiano, era entrato in azione nella zona dei giardini Margherita: il 18enne era stato avvicinato in via Pozzo, dove il rapinatore l’aveva minacciato brandendo una bottiglia rotta.
Dopo essersi fatto consegnare il costoso smartphone aveva replicato il copione in via Alberoni: anche in questo era riuscito a derubare il malcapitato, fermo a un distributore di sigarette, intimorendolo con la bottiglia spezzata.
La fuga del 20enne era stata breve e la sera stessa era stato tratto in arresto dai carabinieri: ora finirà di scontare la pena al carcere di Parma.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà