Minoranza diserta il consiglio provinciale. Bilancio approvato

16 Aprile 2014

20140416-144743.jpg

La minoranza non si è presentata in consiglio provinciale dove è stato approvato il bilancio di previsione 2014-16. “La compressione dei tempi non ci ha dato la possibilità di studiare il bilancio – hanno detto i rappresentanti politici – il documento è stato reso disponibile giovedì 10 aprile e presentato in commissione il 14. La nostra è una dimostrazione di profondo dissenso in quanto il Consiglio è stato messo nell’impossibilità di guardarci dentro e se questo sta bene alla maggioranza è inaccettabile per noi”. Inoltre – proseguono i consiglieri – nel bilancio mancano due progetti fondamentali: il raccordo Sordello-Cattagnina ovvero il completamento dell’anello tangenziale di Piacenza con la prosecuzione dal nuovo ponte Paladini sul Trebbia alla via Emilia. Giacciono in stato di totale abbandono anche i lavori di completamento della tangenziale di S.Polo”.

Il consiglio provinciale è partito senza problemi nonostante i banchi della minoranza vuoti. Il presidente Massimo Trespidi ha risposto alle polemiche: “Il bilancio di previsione 2013 la minoranza lo ha ricevuto 19 giorni prima e non ha presentato emendamenti. Nel 2012 è stato consegnato quindici giorni prima e gli emendamenti presentati sono stati sempre zero. Viene quindi utilizzato un luogo istituzionale per fare bassa campagna elettorale. Abbiamo portato un bilancio che contiene lavori per circa 8 milioni di euro. Che avevamo altri due mesi di tempo davanti l’abbiamo saputo la settimana scorsa. Avendo a disposizione finanziamenti per poter fare investimenti avremmo dovuto tenere le risorse congelate?”
“Questa maggioranza – ha proseguito Trespidi – ha intenzione a maggio di fare una variazione di bilancio per inserire ulteriori risorse grazie all’avanzo di amministrazione che grazie alle scelte fatte ha saputo recuperare. Abbiamo 13 milioni di euro di avanzo di cui 10 non vincolati”. “Il 5 maggio avremo gli assessori regionali Peri e Del Tenno e siamo pronti a formalizzare l’impegno della Provincia per il collegamento veloce Piacenza-Milano di 2 milioni di euro”.

Il bilancio è stato approvato all’unanimità dei presenti in aula.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà