Sa.Te.In di Castellarquato “apre” alla cassa integrazione per 20 lavoratori

18 Aprile 2014

sciopero sa.te.in.

Proseguirà ancora nei prossimi giorni lo sciopero dei venti lavoratori della Sa.Te.In. di Castellarquato che da giovedì hanno deciso di incrociare le braccia di fronte ai cancelli chiedendo il pagamento di cinque stipendi arretrati. “L’azienda ha annunciato l’intenzione di aprire una procedura di cassa integrazione – spiega Floriano Zorzella della Cgil -. Abbiamo chiesto un incontro per discutere la situazione”. L’impresa è nata nel 1986 per la confezione di contenitori flessibili nella frazione di La Morsa.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà