Comune di Podenzano e Provincia:
“No a chiusura Sandvik senza confronto”

23 Aprile 2014

sankvik

“Riteniamo inaccettabile che si voglia chiudere una presenza sul territorio piacentino di uno stabilimento altamente performante di un’azienda leader nella produzione di utensili meccanici: chiediamo quindi che la procedura di mobilità sia immediatamente ritirata e si apra subito un tavolo di confronto tra azienda, rappresentanza dei lavoratori e istituzioni locali per promuovere un confronto attivo al fine di mettere in campo ogni sinergia pubblico/privato volta al mantenimento sul territorio dello stabilimento di Crocetta”.

Questa la richiesta inviata questa mattina dal presidente della Provincia Massimo Trespidi e dal sindaco di Podenzano Alessandro Ghisoni alla direzione generale Sandvik Italia che, nei giorni scorsi, “aveva manifestato la volontà di avviare una procedura di mobilità per i dipendenti”.
La nota fa seguito a una precedente lettera inviata dall’Amministrazione provinciale e dall’Amministrazione comunale nel mese di gennaio in cui si chiedeva un incontro con la società “per conoscere l’attuale realtà produttiva ed organizzativa dell’azienda e per mettere in campo ogni possibile eventuale potenziamento dell’attività”. “Senza aver mai ricevuto risposta a tale comunicazione – continuano Trespidi e Ghisoni – siamo invece stati informati degli ultimi preoccupanti aggiornamenti: confidiamo adesso di poter fissare un incontro nello stabilimento”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà