Giovane accoltellato: condanna a 10 anni per tentato omicidio

24 Aprile 2014

L'ingresso del tribunale di Piacenza

L’ingresso del tribunale di Piacenza

Aveva inferto una coltellata all’addome ad un giovane albanese. Condannato a dieci anni di carcere. Il fatto era avvenuto nel febbraio di due anni fa a barriera Roma. Il processo con la gravissima imputazione di tentato omicidio si è concluso ieri in tribunale. Imputato di questo reato era un 26enne albanese. Subito dopo il fatto di sangue l’uomo si era allontanato da barriera Roma e a quanto pare aveva lasciato l’Italia. Stamattina è stato processato in contumacia. Il processo ha avuto luogo davanti al collegio giudicante composto da Italo Ghitti, Ivan Borasi e Giuseppe Tibis Bernardi. Il Pm Michela Versini, nel corso della sua requisitoria, ha parlato di un fatto scaturito da un dissidio legato a futili motivi, con l’aggravante della premeditazione. Secondo il Pm dagli atti del processo è emersa la penale responsabilità dell’accusato e per lui ha chiesto una pena di sette anni e sei mesi. I giudici lo hanno condannato a dieci anni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà