Arturo, fusti corrosi. La direttrice chiede di pagare una multa

24 Aprile 2014

fusti Caorso

Fusti corrosi nella centrale nucleare di Caorso, la direttrice della centrale ha chiesto di pagare una multa per estinguere il reato di cui deve rispondere. La dirigente Sabrina Romani è accusata della violazione di un articolo del decreto legislativo del 1995 che regola la disciplina sui rifiuti radioattivi. Il tutto in relazione alla corrosione di nove fusti contenenti materiale irradiato stoccati in uno dei depositi di Arturo attualmente in via di dismissione. Il giudice si è riservato di decidere sulla richiesta. Se la risposta sarà positiva fisserà con un’apposita ordinanza la somma da versare. In questo modo la vicenda giudiziaria sarà chiusa in via definitiva.
I dettagli sul quotidiano Libertà in edicola.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà