Rally, falsi sponsor per 2 milioni di euro, quattro piacentini indagati

26 Aprile 2014

20140426-070232.jpg
Fatture gonfiate per oltre due milioni di euro che dovevano servire a evadere le imposte, dieci persone indagate, tra cui quattro piacentini, una ventina di società coinvolte. E poi botte e un tentativo d’estorsione. L’indagine diretta dal pubblico ministero Emilio Pisante, della procura di Piacenza, su un giro di false sponsorizzazioni rischia di trasformarsi in un piccolo terremoto per il mondo delle gare di rally nel Nord Italia. Coinvolti imprenditori, ma anche alcuni piloti e persone vicine al mondo dei motori.

Tutti i dettagli sul quotidiano Libertà in edicola.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà