Reggi alla Sandvik: “La produzione resta qui, siamo una squadra”

26 Aprile 2014

sandvik

“Piacenza è ai vertici delle performance aziendali. Siamo misurati su parametri di prestazione, fatturiamo meglio di altri più grandi di noi, siamo ai massimi livelli. Perché chiuderci?” Con queste parole i 57 lavoratori della Sandvik di Crocetta di San Polo hanno accolto il sottosegretario Roberto Reggi, in visita allo stabilimento in sciopero permanente da giovedì scorso dopo che l’azienda ha deciso di chiudere la struttura, insieme ad altre undici in tutta Europa. Con Reggi, i sindaci Paolo Dosi e Alessandro Ghisoni, il presidente della Provincia Massimo Trespidi, rappresentanti di Cgil e Cisl, oltre ai familiari dei lavoratori e i parroci del territorio. “A febbraio dell’anno scorso i vertici aziendali erano stati qui per elogiare il nostro lavoro – hanno precisato i lavoratori -. Il nostro operato è sempre stato giudicato essenziale. Da un giorno all’altro da strategici siamo inutili”.

“Da oggi siamo una squadra unica, sarà una battaglia condotta insieme, sia la Regione che il Ministero al lavoro sono disponibili a collaborare con noi – ha detto il sottosegretario Reggi ai lavoratori -. Manteniamo questa produzione qui, provando anche ad allargarla. Non sarà facile, ma la sfortuna potrà diventare opportunità, qui non ci sono partiti, solo famiglie e persone”. L’azienda in una lettera si è detta disponibile a un confronto in Provincia.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà