Fare legna in montagna: vincoli più snelli nelle aree protette della Provincia

28 Aprile 2014

consiglio provinciale

L’azione intrapresa dall’assessore Patrizia Barbieri a novembre per un alleggerimento dei vincoli burocratici nei siti di interesse comunitario e nelle zone a protezione speciale continua, rifiutando le osservazioni della giunta regionale. Il progetto della Provincia, ribadito oggi con voto unanime dal consiglio provinciale, prevede che chi intende raccogliere legna nel fiume o tagliare legna in montagna possa farlo, ovviamente tenendo presenti le normative, senza dover rispondere alla valutazione di incidenza che, prima di questo atto della Provincia, poteva comportare anche tempi di oltre 30 giorni per una risposta. Per quanto riguarda i percorsi dei motociclisti, saranno individuati insieme ai Comuni e alle associazioni di categoria possibili percorsi che evitino eventuali conflitti con l’ambiente.

consiglio provinciale

© Copyright 2021 Editoriale Libertà