A Piacenza l’ex caporedattore del Tg3 Scardova ricorda Ilaria Alpi

29 Aprile 2014

camera del lavoro la libertà uccide (1)1

“Era la una ragazza diversa dalle altre, ciò che rimane a noi è la sua storia, fatta di passione, di competenza e di intelligenza nello svolgere la professione di giornalista, che è ricca di pericoli, specialmente se hai intenzione di raccontare verità scomode. Ma ci ha appunto insegnato a non tirarci mai indietro nonostante tutto, di fronte a nulla e a nessuno”. È così che Roberto Scardova, ex caporedattore del Tg3, ha ricordato Ilaria Alpi, giornalista del Tg3 uccisa in Somalia nel 1994 insieme al suo cineoperatore Miran Hrovatin. Lo ha fatto nel corso dell’incontro “La libertà uccide, la libertà non muore mai” tenuto alla Camera del Lavoro di Piacenza. Una riflessione sul mestiere di giornalista, i pericoli connessi e le verità scomode da raccontare, “le stesse che Ilaria non ha avuto paura di affrontare, pagando con la sua stessa vita”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà