Gli trovano il lavoro, tengono parte dello stipendio e lo picchiano. Condannati

02 Maggio 2014

tribunale

Due egiziani che avevano trovato lavoro a un loro connazionale si erano però trattenuti dalla sua busta paga a titolo di “mediazione” la maggior parte dello stipendio, lasciandogli circa duecento euro al mese. Quando la vittima ha tentato di ribellarsi i due lo avevano percosso a bastonate e a calci, uno brandendo un manico di scopa, l’altro un bastone. Questi fatti sono finiti per costare una condanna a due anni e due mesi ad uno di loro e un anno e dieci mesi all’altro. La sentenza è stata pronunciata oggi in tribunale al termine del rito abbreviato, dal giudice Elena Stoppini. La parte lesa è un cittadino egiziano di 30 anni (che era presente in aula con uno dei due imputati). A titolo di risarcimento il giudice ha disposto per la vittima una provvigione di quindicimila euro. I fatti erano avvenuti a Castellarquato fra il giugno e il novembre del 2011.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà