Bobbio “sepolta” dai secoli. Il georadar scova resti dell’antico monastero

05 Maggio 2014

georadar a bobbio-800

Sono stati rinvenuti alcuni resti sotterranei dell’antico monastero di San Colombano a Bobbio. Le indagini della Soprintendenza, condotte nonostante il maltempo mercoledì e giovedì scorso con le prospezioni georadar, hanno consentito di individuare senza scavi alcune strutture sepolte appartenenti all’antico monastero di San Colombano. Le ricerche sono state condotte in collaborazione con l’archeologo Sebastien Bully  del CNRS francese ed il fisico Christian Camerlynck  dell’Università di Parigi 6. I dati saranno presentati ufficialmente prossimamente al pubblico, e avranno grande visibilità al convegno internazionale previsto a Bobbio il 21 e il 22 novembre 2015, in occasione delle solenni celebrazioni che si svolgeranno per il XIV centenario della morte di San Colombano. Le analisi fanno parte di “Making Europe: Colombanus and his Legacy”, che coinvolge ricercatori da tutto il mondo, da Italia, Francia, Irlanda, Gran Bretagna, Svizzera, con la partecipazione di studiosi statunitensi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà