Torna teso il clima all’interno dello stabilimento Ikea

05 Maggio 2014

ikea2

Sembra tornare caldo il clima allo stabilimento Ikea del Polo logistico. Trentatre lavoratori sono stati sospesi, provocando la reazione contraria degli interessati i quali hanno coinvolto i Cobas e Rifondazione comunista, il cui consigliere comunale Carlo Pallavicini ha chiesto in aula all’amministrazione di informarsi sulla vicenda. La cooperativa San Martino è intervenuta con un comunicato nel quale si legge che la situazione non è più accettabile. “I fatti contestati a un numero limitato di lavoratori – si legge nella nota – si riferiscono al blocco di un intero reparto operato senza preavviso dalle persone che hanno ricevuto lettere di contestazione impedendo lo svolgimento dell’attività oltre a generare problemi di sicurezza per i lavoratori stessi”.

COMUNICATO STAMPA COOPERATIVA SAN MARTINO

© Copyright 2021 Editoriale Libertà