Sandvik, giovedì incontro al ministero.
De Micheli: “Convocare la proprietà”

06 Maggio 2014

demi_sandv

Prosegue anche a Roma lo sforzo istituzionale per cercare di scongiurare la chiusura della Sandvik di San Polo, sacrificata nonostante i buoni risultati dalla casa madre svedese. “Chiederò che al ministero dello Sviluppo economico sia convocata la proprietà – ha affermato il vicepresidente vicario del gruppo Pd alla Camera Paola De Micheli, che ha in programma un incontro a Roma giovedì – e che siano attentamente valutate tutte le soluzioni per mantenere produttivo il sito di San Polo. I lavoratori – aggiunge la parlamentare piacentina, che ieri ha incontrato dipendenti, rsu e sindacati – hanno confermato che il mercato italiano alimenta la domanda degli utensili prodotti nello stabilimento piacentino, per questo non possiamo permettere che venga smantellata una fabbrica efficiente e pienamente operativa. Se la Sandvik ha deciso di riorganizzare la propria attività a livello mondiale, occorre perseguire altre strade per salvare il sito di San Polo, per questo è necessario che portare la vicenda all’attenzione del ministero. E’ quanto farò nell’incontro in programma l’8 maggio”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà