Polizia provinciale, calano i controlli ma elevate multe per 370mila euro

07 Maggio 2014

nuova imbarcazione polizia Provinciale

La polizia provinciale, con il comandante Anna Olati e l’assessore Maurizio Parma, ha presentato questo pomeriggio il report dell’attività 2013: sono state lavorate complessivamente dai 17 operatori turnisti 22.155 ore (22.432 nel 2012): 4.226 ore di vigilanza stradale, 3.429 ore di vigilanza venatoria, 2.219 ore di vigilanza ittica (oltre a 644 ore di recupero di fauna ittica), 1.686 ore di vigilanza ambientale. I mezzi (17 autovetture, due moto enduro, un motoscafo, due camion e, da dicembre, un nuovo veicolo del nucleo stradale) hanno percorso in un anno 178.108 chilometri, a fronte dei 201.623 chilometri nel 2012. I verbali sono stati 768; erano 1.965 nel 2012. Sono stati decurtati 300 punti, rispetto ai 2.305 del 2012.  L’ammontare complessivo delle multe è 370.218 euro a fronte di 244.753 del 2012.

Il calo dei controlli è dovuto, in parte, a una contrazione del personale, che ha comunque garantito massima flessibilità nel corso dell’anno. Aumentata anche la sensibilità dei cittadini nei confronti del rispetto del codice della strada; in calo, invece, le multe ai pescatori perché la legge regionale sulla pesca dello scorso anno, che vieta l’utilizzo del pesce vivo o morto come esca, ha portato molti cittadini a preferire le sponde lombarde.

Tra i controlli effettuati, vi sono anche quelli relativi alle energie rinnovabili e, unico caso in Regione, alle miniere e cave: in un anno sono stati fatti 38 controlli, 27 dei quali relativi a impianti fotovoltaici. Da questi controlli sono scattate cinque indagini della Procura. Dieci, invece, i verbali alle attività estrattive.

SINTESI REPORT 2014

Report Polizia provinciale

© Copyright 2021 Editoriale Libertà