Fingono una fuga di gas nel palazzo per truffare un’anziana. Lei non ci casca

12 Maggio 2014

via Nasalli Rocca

Hanno finto che nella palazzina fosse in corso un’emergenza dovuta a una fuga di gas, ma l’anziana vittima ha capito che i conti non quadravano e ha sventato la truffa: questa volta è andata male a una coppia formata da un falso agente della polizia municipale e un finto tecnico del gas, che hanno tentato di conquistare la fiducia di una 85enne piacentina, per arrivare ai suoi beni.

Il tentato raggiro è avvenuto questa mattina in città, in via Nasalli Rocca: l’anziana, mentre stava rientrando nella palazzina dopo aver fatto spesa, è stata avvicinata da un giovane, il quale le ha chiesto di lasciare la porta del palazzo aperta. Poco dopo la stessa persona e un complice, si sono qualificati come agente della municipale e tecnico del gas, e hanno spiegato alla donna che era in corso una fuga di gas e di voler controllare la sua abitazione. L’85enne ha mostrato ai due il contatore situato sul balcone, ma i malviventi hanno reso chiare le loro intenzioni chiedendole di controllare i gioielli. Il trucco non ha funzionato: la signora ha capito che si trattava di truffatori e ha risposto di non possedere monili, perché glieli avevano già rubati anni fa.
La coppia si è quindi dileguata e l’anziana ha chiesto aiuto a una vicina di casa, che ha contattato le forze dell’ordine. “Il loro racconto mi è sembrato strano fin dall’inizio, poi ho capito chiaramente il loro obiettivo, sono ancora spaventata” ha raccontato l’anziana, che fortunatamente non ha subito danni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà