Mistero alla Besurica, 29enne aggredito nel buio sotto casa

14 Maggio 2014

20140514-002357.jpg

La polizia è intervenuta dopo mezzanotte alla Besurica per un episodio di aggressione, dai contorni inquietanti. Un ragazzo albanese di 29 anni è stato sorpreso nel buio da due persone che impugnavano mazze di legno e un oggetto acuminato, forse addirittura un’ascia.
La violenza è avvenuta in via De Longe, mentre la vittima percorreva la strada verso casa. Improvvisamente è stato avvicinato da due sconosciuti che si sono accertati della sua identità, chiedendogli il nome prima di sferrare l’attacco. A soccorrere per primi la vittima e a chiamare le forze dell’ordine sono stati i residenti della zona, che hanno sentito le grida di aiuto giungere dalla strada. Alcune persone hanno assistito anche alla fuga dei due banditi, scappati a bordo di un’auto.
All’arrivo della polizia non c’era più traccia degli aggressori, solo il giovane ferito che è stato portato al Pronto soccorso di Piacenza. Il 29enne è stato colpito più volte alla testa dai suoi aggressori, ma fortunatamente non ha riportato lesioni serie e le sue condizioni non destano particolare preoccupazione. Ancora al vaglio i motivi della violenza, anche se si esclude possa essersi trattato di un tentativo di rapina: la vittima, alla quale non è stato rubato nulla, non è riuscita a distinguere i due aggressori e non ha saputo dare indicazioni utili sulle cause del pestaggio. Le indagini della polizia sono in corso.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà