Ikea, lavoratori e famiglie di nuovo in piazza. “Basta blocchi”

17 Maggio 2014

untitled1

I lavoratori dell’Ikea sono di nuovo scesi in piazza, nel cuore della città, per protestare contro i blocchi dei Si Cobas e contro la situazione di tensione che impedisce loro di recarsi al lavoro serenamente. Lo stabilimento aveva riaperto a inizio settimana dopo la decisione dei vertici della multinazionale svedese di sospendere l’attività in seguito ai blocchi e alle proteste attuate davanti allo stabilimento dai facchini che aderiscono ai Sì Cobas. Manifestazioni dovute alla sospensione di 33 lavoratori accusati di aver bloccato un reparto. I lavoratori la settimana scorsa erano stati ricevuti da sindaco, presidente della Provincia e prefetto, oggi hanno portato in piazza le famiglie: sono circa 200 le persone presenti in piazza Cavalli.

Alla manifestazione è presente anche il sindaco Paolo Dosi: “È paradossale che in un periodo così difficile si debba scendere in piazza per ribadire il proprio diritto al lavoro – ha spiegato il primo cittadino -; ci rifiutiamo di sederci al tavolo delle trattative con un sindacato che decide di bloccare l’ingresso dei dipendenti in un’azienda, agendo nell’illegalità”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà