Tentò estorsione a un ristoratore, patteggia un anno e 6 mesi

18 Maggio 2014

20140517-202953.jpg

Ha patteggiato anche la seconda imputata nella vicenda del ristoratore di Piacenza vittima di un tentativo di estorsione per circa cinquantamila euro e dell’incendio della sua vettura. Un anno e sei mesi alla donna considerata complice del 23enne che tempo fa aveva già concordato la pena di due anni di reclusione. La vicenda avrebbe avuto origine dal fatto che la fidanzata del 23enne aveva lavorato nel locale del ristoratore ma non avrebbe ottenuto per intero i pagamenti spettanti, un credito verificato anche dagli inquirenti, ma molto lontano dalla somma richiesta dal giovane. La donna si sarebbe lamentata con il fidanzato, il quale avrebbe deciso di passare alle minacce.
I dettagli sul quotidiano Libertà in edicola oggi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà