Tasi 2014, a Piacenza in media 33 euro in meno rispetto all’Imu

20 Maggio 2014

piacenza vista aerea centro città

Il rinvio della scadenza Tasi, la tassa per i servizi che tocca le abitazioni, non riguarda Piacenza. Palazzo Mercanti già da diversi giorni ha approvato la delibera che porta la aliquota 2014 al 3.3 per mille sulla rendita catastale delle prime case, il massimo consentito. Soldi che permetteranno di attuare un sistema di detrazioni per le rendite catastali fino a 600 euro, consentendo quindi ai meno ricchi di pagare meno. In consiglio comunale è stata anche decisa una detrazione di 50 euro euro per ciascun figlio alle famiglie che ne abbiano almeno tre. L’aliquota per gli altri immobili è dell’1 per mille.

Uno studio della Uil, che raffronta la Tasi 2014 con la spesa Imu del 2012, evidenzia che a Piacenza si avrà un risparmio medio di 33 euro: a fronte di una spesa media Imu di 229 euro nel 2012 l’equivalente spesa Tasi per il 2014 ammonterà a 196 euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà