Gioco d’azzardo patologico: “Coinvolgere il mondo della scuola e della terza età”

22 Maggio 2014

azzardo (2)

Maggiore coinvolgimento dei Comuni, rafforzamento della rete di associazioni e soggetti coinvolti nella lotta contro il gioco d’azzardo patologico, sostegno alle iniziative già in programma sul territorio nelle prossime settimane ma soprattutto sensibilizzazione del mondo della scuola e della terza età all’interno dei circoli ricreativi. Sono questi i prossimi passi concordati questo pomeriggio in Provincia dal coordinamento provinciale contro l’azzardopatia.

“Dopo la serata del 23 aprile scorso – ha rimarcato il presidente della Provincia Massimo Trespidi – quando il caporedattore del quotidiano Avvenire ha incontrato nell’Auditorium Sant’Ilario istituzioni e cittadini per disegnare i contorni del fenomeno della dipendenza da gioco, è necessario adesso non abbassare l’attenzione ma proseguire nel lavoro iniziato. In particolare è fondamentale pensare ad un investimento culturale massiccio all’interno delle scuole. Occorre mettere in cantiere una proposta educativa rivolta ai ragazzi delle classi prime fino alle quinte coinvolgendo preventivamente dirigenti scolastici e insegnanti. L’idea è quella di promuovere per l’inizio dell’anno scolastico 2014-2015 una giornata di grande mobilitazione con il mondo scolastico contro la dipendenza dal gioco”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà