Servizi idrici e rifiuti: verso la costituzione di una società mista

23 Maggio 2014

rubinetto-acqua

Saranno illustrati dopo la metà di giugno ai sindaci del territorio piacentino i primi risultati dello studio di fattibilità dedicato alla costituzione di una società a capitale misto ai fini dello svolgimento dei servizi idrico integrato e di gestione dei rifiuti solidi urbani nell’ambito locale. Ad annunciarlo è stato il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi al termine dell’Ufficio di presidenza di Atersir (Agenzia territoriale dell’Emilia Romagna per i servizi idrici e i rifiuti) che ha concluso la prima tranche dei lavori. “Dal lavoro svolto nel corso degli ultimi mesi – ha illustrato Trespidi – è emerso che la costituzione della società mista e l’espletamento della gara per la scelta di un socio provato richiederanno un arco temporale di circa 15 mesi. Occorre quindi avviare la discussione sulle decisioni da assumere per consentire l’espletamento delle procedure necessarie entro il 2015. Convocherò quindi una riunione con tutti i sindaci, molti dei quali si insedieranno dopo la tornata elettorale, al fine di illustrare loro le novità introdotte dal quadro normativo in materia di affidamenti e l’avanzamento del progetto di fattibilità”.
I sindaci dei Comuni piacentini e il presidente della Provincia Trespidi avevano firmato nei mesi scorsi il protocollo di intesa per l’avvio dello studio di fattibilità; un documento quest’ultimo scaturito prima dal voto dei sindaci a favore della società mista e poi dal parere dei singoli Consigli comunali del territorio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà