‘Ndrangheta a Piacenza, operazione dei carabinieri: cinque arresti

24 Maggio 2014

carabinieri

I carabinieri della compagnia di Fiorenzuola e del nucleo investigativo di Piacenza hanno condotto un’importante operazione contro un pericoloso sodalizio criminale della ‘ndrangheta calabrese presente anche nella provincia piacentina, in cui sono stati arrestati cinque appartenenti alla cosca Grande Aracri.

Gli arresti sono stati compiuti nell’ambito dell’operazione “Grande Drago”, scattata nel 2001 e condotta dal personale del dipendente NOR e dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Piacenza, che aveva disarticolato un’associazione a delinquere di stampo mafioso, con particolare riferimento alla “ndrangheta” calabrese (cosca Grande Aracri di Cutro), responsabili di estorsioni, detenzione porto illegale di armi comuni da sparo e da guerra, detenzione e vendita stupefacenti.

All’alba di oggi, nelle province di Piacenza, Cremona, e Crotone, i carabinieri hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti affiliati al sodalizio criminoso che, dopo le condanne inflitte dal Tribunale di Piacenza e Corte d’Appello di Bologna, avevano presentato appello in Cassazione. Le pene, che vanno dagli 8 mesi ai 3 anni e 2 mesi di reclusione, sono state applicate in maniera definitiva. Tre degli arrestati erano nel Piacentino, uno è stato raggiunto dall’ordinanza a Cremona e il quinto a Cutro.

Arresti per 'ndrangheta

© Copyright 2022 Editoriale Libertà