Selezione dirigente, il Comune ricorre al Consiglio di Stato contro l’annullamento

29 Maggio 2014

palazzo Mercanti

Il Comune di Piacenza ha deciso di rivolgersi al Consiglio di Stato contro la sentenza con cui il Tar di Parma ha annullato gli atti relativi alla selezione pubblica del dicembre 2012 per il conferimento dell’incarico dirigenziale, a tempo determinato, della Direzione operativa Risorse. La somma impegnata è di 30mila euro, che servirà per rivolgersi a un avvocato esterno, Umberto Fantigrossi, a cui chiedere anche una consulenza legale urgente “in ordine ai riflessi, nelle more della definizione del giudizio in secondo grado della sentenza del Tar, sul contratto di lavoro di Giuseppe Morsia (dipendente comunale vincitore della selezione) e sulla posizione nei confronti dell’ente di Massimo Mangiarotti”, direttore del Comune di Broni e secondo classificato, colui che aveva promosso il ricorso.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà