Truffe alle assicurazioni, maxi operazione dei carabinieri

31 Maggio 2014

20140530-170858.jpg

Diciassette arresti e 75 persone denunciate a piede libero: sarebbero questi i numeri della maxi operazione antitruffa scattata in Valtrebbia nelle prime ore di venerdì 30 maggio e guidata dai carabinieri della compagnia di Bobbio. Un’inchiesta ad ampio raggio che finora avrebbe condotto al carcere delle Novate sei persone e altre undici agli arresti domiciliari.

Per quanto riguarda le accuse tutto è rigorosamente top secret, ma si tratterebbe di truffe legate al mondo delle assicurazioni: una rete di professionisti, tra i quali comparirebbero avvocati, medici e periti, partecipi nell’organizzazione di sinistri stradali fasulli, con l’obiettivo di ottenere e spartire lauti risarcimenti. Pare che proprio la Valtrebbia, più precisamente Rivergaro, sia stato il fulcro dell’azione degli uomini dell’Arma, che si è estesa poi anche alla città, pare coinvolgendo anche un avvocato di Piacenza. All’alba di ieri le pattuglie hanno prelevato le persone finite sotto indagine per condurle alla caserma di via Meucci.

L’attività dei carabinieri è proseguita per tutta la giornata con perquisizioni in case e uffici: le forze dell’ordine hanno sequestrato documenti e materiale informatico, ora al vaglio degli inquirenti. Nel mirino degli investigatori sarebbe finito anche un professionista residente al di fuori dei confini provinciali, nella zona del lodigiano. Massimo riserbo da parte della Procura di Piacenza che al momento non ha reso alcuna dichiarazione ufficiale. Nuovi sviluppi sono attesi per la prossima settimana.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà