“Lo sport per educare alla vita”. Duecento sportivi piacentini dal Papa

07 Giugno 2014

Sportivi piacentini dal Papa

Piazza San Pietro oggi si è trasformata in un grande stadio. Papa Francesco ha accolto il mondo dello sport per celebrare i 70 anni del Centro sportivo italiano. Tre i pullman partiti all’alba da Piacenza, tanti si sono organizzati in autonomia, 200 complessivamente i piacentini presenti.

A guidare la delegazione Piergiorgio Visentin presidente provinciale del Csi. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente al termine dell’incontro. “E’ stata una grande emozione, la piazza era allegra e colorata. Le parole del Papa ci danno una carica enorme, ho apprezzato il fatto che il pontefice abbia posto l’accento sullo sport come luogo in cui si impara a vivere. E’ importante che abbia ribadito che è meglio una sconfitta pulita che una vittoria sporca”.

La società Spes ha organizzato 2 pullman portando a Roma 130 esponenti tra atleti, allenatori e genitori. A parlare, mentre la piazza si svuota dopo l’incontro, è Francesco Sartori, responsabile del settore giovanile della società di Borgotrebbia: “Un’esperienza unica, siamo ancora molto emozionati e commossi. Il Papa ci ha colpito per la semplicità delle sue parole e del suo modo di essere che abbiamo potuto toccare con mano qui in piazza. Ci ha invitato ad essere educatori alla vita, ed è quello che noi, nella nostra società, cerchiamo di fare ogni giorno”.

NOTIZIA DELLE 5
Papa Francesco incontra gli sportivi, duecento piacentini verso la Capitale
Le società sportive oggi incontrano Papa Francesco. L’appuntamento è fissato per le 16.30 in piazza San Pietro a Roma. Duecento piacentini, divisi in tre pullman e diverse auto, stanno raggiungendo la Capitale per partecipare all’atteso incontro organizzato in occasione dei 70 anni dalla fondazione del Csi, il Centro sportivo italiano. A guidare la delegazione locale è Piergiorgio Visentin, presidente del Csi provinciale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà