Montale, tentato omicidio: interrogatorio in carcere per il 31enne russo

09 Giugno 2014

20140608-232727.jpg

Si terrà domani pomeriggio in carcere, di fronte al gip Giuseppe Bersani, l’interrogatorio al camionista russo di 31 anni, accusato di tentato omicidio nei confronti di un connazionale 45enne, ricoverato in condizioni molto gravi all’ospedale di Parma. Ancora oscuri i motivi dell’aggressione.

Il diverbio tra i due autotrasportatori è esploso sabato sera in via Modena, a Montale: intorno alle 21 i due avrebbero iniziato a picchiarsi con estrema violenza in mezzo alla strada. Alcuni passanti, impressionati dalla scena, hanno lanciato l’allarme al 112. All’arrivo dei carabinieri del Radiomobile gli uomini erano entrambi stesi a terra, feriti, ma le condizioni del 45enne sono parse subito più serie. L’uomo ha sbattuto il capo sull’asfalto con violenza, non è chiaro se a causa di una caduta avvenuta nella colluttazione o se per volontà del rivale.

Le conseguenze sono state devastanti: dopo un primo ricovero all’ospedale di Piacenza il ferito è stato condotto a Parma, nel reparto di rianimazione. Lievi, almeno dal punto di vista fisico, le conseguenze per il 31enne che al pronto soccorso di Piacenza avrebbe tentato di fuggire, finendo con l’aggredire un carabiniere. Per lui sono scattate le manette e il trasporto alle Novate.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà