Centrale di Roncovero: “Fratelli Carrara” va avanti. Comune preoccupato

11 Giugno 2014

Comune di Bettola-800

La società “Fratelli Carrara” non ha abbandonato il progetto di un impianto a biomasse a Boccacci di Roncovero, in comune di Bettola e ha integrato il 3 giugno parte degli atti richiesti per l’apertura della Conferenza dei servizi. Fatto che ha sollevato più di una preoccupazione in Comune.

Lo scorso anno erano già state raccolte oltre duemila firme dal Comitato di 400 cittadini che si sono opposti al progetto, consegnando anche 40 diffide al Comune di Bettola, alla Provincia, alla Regione e al Gestore servizi energetici.

Secondo il progetto presentato dalla ditta dei Fratelli Carrara, l’impianto, alimentato dal cippato dei pioppi del bacino del Po per la produzione di pellet, prevederebbe, secondo le stime del comitato, l’utilizzo di 125 tonnellate al giorno di legname.

“Vogliamo garanzie – ha detto il sindaco di Bettola, Sandro Busca -. Invitiamo tutti i cittadini alla mobilitazione, non si deve aprire la Conferenza dei servizi sul caso, è incompatibile con i nostri regolamenti”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà