Ikea, torna la protesta dei Si-Cobas. Oltre 80 tir bloccati ai cancelli

12 Giugno 2014

20140612_090038
Alle 13 di oggi erano circa 80 i tir bloccati dalla protesta dei Si-Cobas e nel pomeriggio il numero ha continuato ad aumentare, creando lunghe code di camion posteggiati nell’area del polo logistico. Nessun segno di cedimento da parte dei manifestanti, che restano a presidiare gli ingressi dello stabilimento. Resta ferma anche la posizione del sindaco Paolo Dosi, che si rende disponibile a un incontro con i singoli lavoratori, solo nel caso in cui cessino i blocchi ai cancelli.

Notizia delle 9.50 – I Si-Cobas avevano annunciato che la lotta non era finita e che sarebbero ripresi i blocchi a sorpresa ai magazzini Ikea di Piacenza. Dopo alcuni giorni di calma apparente, questa mattina sono tornati a fermare i camion in entrata al Deposito 2 della multinazionale svedese, per protestare contro i licenziamenti dei 24 facchini accusati di aver occupato illecitamente un intero reparto il 14 aprile scorso. Come già visto altre volte, quindi, si è formata una lunga fila di camion e l’attività dello stabilimento si è fermata. Proprio per uno degli episodi del 7 maggio scorso 6 attivisti dei centri sociali bolognesi che avevano partecipato alle proteste hanno ricevuto il foglio di via da Piacenza.

Sul posto oltre alla polizia e ai carabinieri, anche la municipale e un’ambulanza del 118, per soccorrere un operaio che ha avuto un lieve malore.

20140612_091720

© Copyright 2021 Editoriale Libertà