Sciopero benzinai e self-service chiusi. Cinque giorni di passione per i trasporti

12 Giugno 2014

Sciopero benzinai distributori-800

Distributori di benzina chiusi il 18 giugno e self-service fermi dal 14 al 17. E’ la protesta dei benzinai che scendono sul piede di guerra e chiudono i distributori per manifestare contro la politica dei prezzi alti imposta dalle compagnie ma anche contro “l’indifferenza” per il settore da parte di politica e istituzioni.

Lo sciopero, annunciato da Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, è previsto dalle 7 del mattino del 14 giugno fino alle 19.30 del 17 giugno in tutti gli impianti self service, con relativo oscuramento dei prezzi “scontati” ad essi collegati e dell’insegna della compagnia. Il giorno dello sciopero vero e proprio, che non casualmente coincide con l’assemblea dell’Unione petrolifera che vedrà la partecipazione dei vertici delle principali compagnie petrolifere, è fissato per il 18 giugno, o meglio dalle 19.30 del 17 giugno fino alle 7 del 19 giugno sulla rete ordinaria e dalle 22 del 17 giugno alla stessa ora del 18 nelle aree di servizio autostradali: sempre il 18 è in programma una manifestazione nazionale dei gestori a Roma.

L’agitazione avrà anche una coda: dalla mezzanotte del 21 giugno alla stessa ora del 28 non sarà accettato alcun mezzo di pagamento elettronico e saranno sospese tutte le campagne promozionali di marchio su tutta la rete ordinaria.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà