Diritto fallimentare, professionisti a confronto: “Servono leggi più chiare”

13 Giugno 2014

Convegno Teatini

Leggi più chiare e maggiore difesa dei creditori. Sono questi i due spunti che emergono dal convegno dedicato al Diritto fallimentare organizzato ai Teatini dall’ordine degli avvocati, l’ordine dei commercialisti e il Collegio notarile di Piacenza, con il patrocinio del tribunale. “Purtroppo la crisi economica ci mette di fronte sempre più spesso a seri problemi aziendali – ha spiegato il presidente dei notai piacentini Massimo Toscani – e dobbiamo constatare come le norme fallimentari oggi tutelino soprattutto azienda e lavoratori, molto meno i creditori”. Nel corso del dibattito è emerso l’auspicio che le nuove leggi “possano essere più chiare, magari scritte da tecnici preparati in materia”.

Convegno Teatini

© Copyright 2021 Editoriale Libertà