Mafia negli appalti: protocollo sicurezza rinnovato per cinque anni

19 Giugno 2014

Prefettura

Questa mattina è stato rinnovato dal prefetto di Piacenza Anna Palombi e il direttore generale dell’Asl Andrea Bianchi per altri cinque anni il protocollo di intesa per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti e concessioni di lavori pubblici.

Il protocollo prevede che l’Asl comunichi tempestivamente alla prefettura i dati relativi alle imprese o alle società per gli appalti di lavori pubblici di importo superiore a 250mila euro, per i subcontratti di lavori, forniture e servizi di importo superiore a 50mila. Analoga previsione sussiste nei confronti dei soggetti ai quali vengono affidati le forniture e servizi “sensibili” inerenti il trasporto di materiali a discarica.

Sono previste anche ipotesi espresse di revoca o recesso dei contratti con le imprese, qualora nei confronti di queste risultino elementi di criticità.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà