Maturità, terza prova scritta. Gli studenti piacentini: “Fattibile”

23 Giugno 2014

esami di maturita (2)

Verso mezzogiorno, intorno alle scuole piacentine, si sono ritrovati gli studenti che hanno affrontato la terza prova scritta degli esami di maturità.

“Me l’aspettavo più difficile”, il commento di numerosi ragazzi intervistati da Telelibertà. “Il tempo a disposizione era più che sufficiente”.
Per qualcuno del liceo Gioia era particolarmente difficile la prova di matematica; per qualcun’altro del liceo Respighi quella di informatica. Per il resto tutti soddisfatti.

Volti sorridenti, quindi, per essersi liberati degli scritti. In settimana inizieranno gli orali e poi tutti in vacanza.

Notizia delle 7
Maturità, stamattina la terza prova scritta. Poi via agli orali
Terza prova questa mattina per gli studenti impegnati negli esami di maturità. Oggi tocca al “quizzone”, l’ultimo esame scritto. A differenza delle altre due prove scritte, elaborate dal ministero dell’Istruzione, il cosiddetto “quizzone” (termine improprio perché non si limita a essere un test a crocette) è stato preparato ad hoc dalle singole commissioni d’esame.

I ragazzi dovranno dimostrare di aver appreso le nozioni base delle materie studiate nel corso dell’ultimo anno; la prova, che verte su un massimo di 5 discipline, chiede ai candidati di svolgere un elaborato sintetico oppure di rispondere a quesiti a risposta singola o multipla. Potrebbero anche venir chiamati a risolvere problemi scientifici, casi pratici e professionali oppure, secondo gli indirizzi di studio, potrebbero dover realizzare un progetto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà