Acer, utile in calo. Affitti non pagati per oltre 3 milioni di euro

25 giugno 2014

Sede Acer

Un bilancio positivo nonostante la crisi, ma in calo. E’ quello dell’Acer, l’agenzia che si occupa della gestione di 3.100 case popolari del Piacentino. L’utile è stato di 145mila euro contro i 195mila dello scorso anno con una riduzione di 50mila euro. A crescere è invece il tasso di morosità degli inquilini che non pagano l’affitto, salito del 2,5% per un valore complessivo di 3milioni e 300mila euro.

“E’ l’effetto della crisi che provoca disoccupazione e impedisce alla gente di pagare – ha commentato il presidente Massimo Savi in carica da 5 mesi – un piccolo dato positivo è che nel primo trimestre del 2014 la somma è scesa a 3milioni di euro, la morosità è infatti calata del 10,7%”.

Per il recupero crediti l’agenzia ha avviato uno specifico progetto per la dilazione dei pagamenti che ha portato a dimezzare la morosità rispetto al 2012. Il canone medio applicato da Acer è attorno ai 100 euro mensili, “il più basso della Regione” specifica il presidente. Nelle intenzioni dell’agenzia c’è quella di aumentare la quota per portarla attorno ai 130 euro tutelando le fasce più deboli e aumentando i canoni in base alla fascia reddituale.

“Il canone d’affitto – ha commentato il presidente Savi – è l’unica entrata dell’agenzia”.

Il bilancio è stato presentato oggi in Conferenza degli enti alla presenza di 12 rappresentanti dei comuni piacentini. Durante l’incontro è stato comunicato che, dopo le recenti dimissioni del mediatore sociale, l’agenzia ha avviato le procedure per la selezione pubblica di un nuovo mediatore.

Bilancio

Relazione del presidente

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE