Acer, Pd inquilino moroso. “Paghiamo ma valutiamo il cambio di sede”

27 Giugno 2014

Screenshot-10_10_2013-18_31_14

Il Partito Democratico valuta l’opportunità di cambiare sede e andarsene dallo stabile di via Martiri della Resistenza, di proprietà di Acer, per cui risulta moroso di 5 mensilità pari a 7.500 euro. “Abbiamo proposto ad Acer di ridurci lo spazio a disposizione e quindi anche l’affitto annuo da pagare – ha detto il segretario provinciale Gian Luigi Molinari – Ora stiamo aspettando che l’Agenzia valuti il nostro piano di rientro della morosità”. Il segretario tiene a sottolineare che Acer non perderà nemmeno un euro di quanto gli spetta e che il Partito Democratico sta mettendo in cantiere diversi eventi straordinari per riuscire ad azzerare il debito di bilancio ereditato (70 mila euro circa) e tornare ad una situazione dignitosa. A sollevare la questione era stato l’assessore provinciale Gallini al termine dell’incontro di presentazione del bilancio Acer, Molinari non ha mancato la replica: “Non vorrei che sprecasse tempo utile ad occuparsi dei tanti impegni provinciali in cui sarà coinvolto in questi ultimi 3-4 mesi di mandato”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà