Ramadan, domani il via. Ventimila i musulmani nel Piacentino

27 Giugno 2014

882336_728616163855392_5764101211915908808_o

Inizia all’alba di domani il Ramadan che nel Piacentino coinvolge circa 20mila musulmani, 1 milione e mezzo in tutta Italia.

Una comunità multietnica composta da senegalesi, bosniaci, albanesi, maghrebini e italiani convertiti che seguirà la pratica religiosa presso i quattro centri islamici presenti sul nostro territorio: i due centri in città in via Caorsana e in via Mascaretti, il centro di Fiorenzuola e quello di Borgonovo Valtidone.

Il Ramadan per l’Islam è un mese interamente dedicato a Dio. E’ un mese sacro di digiuno, di preghiera e di privazioni mondane in cui il fedele, dall’alba al tramonto, si astiene dal cibo, dalle bevande e dai rapporti sessuali. Lo scopo ultimo è quello di riuscire a controllare il proprio comportamento e i propri pensieri al fine di superare l’aspetto più terreno della natura umana.

Il Ramadan è il nono mese del calendario islamico ed è il mese nel quale Dio ha rivelato il suo messaggio al Profeta Mohamed. Il digiuno (“Sawm”, in arabo) costituisce il quarto dei cinque Pilastri dell’Islam (“Arkan al-Islam”), ovvero gli obblighi inderogabili di ogni mussulmano.

Alcune categorie di persone sono esentate dal seguire la pratica religiosa: le donne incinta, i bambini, gli anziani, gli ammalati o le persone in viaggio.

Il mese sacro si chiude al tramonto del 27 luglio e il giorno seguente è già l’Eid el-Fitr, la festa della rottura del digiuno, una delle ricorrenze più importanti del mondo islamico. A Piacenza, da alcuni anni la festa di fine Ramadan si svolge presso il centro Polisportivo comunale che ogni anno accoglie i migliaia di fedeli presenti sul territorio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà