Coltellata in un supermercato, condannato a 4 anni

01 Luglio 2014

tribunale

Quattro anni di carcere al marocchino quarantenne accusato di tentato omicidio per il ferimento di un connazionale 32enne in un supermercato a Fiorenzuola. L’uomo si trova in carcere ed è stato condannato ad un primo risarcimento di quindicimila euro nei confronti della parte lesa. L’imputato è difeso dall’avvocato Wally Salvagnini, il ferito si è costituito parte civile con l’avvocato Maria Rosaria Pozzi. Ieri mattina il marocchino ha inoltre consegnato un assegno di cinquemila euro alla parte lesa a titolo di acconto sull’entità del risarcimento. Il fatto di sangue era avvenuto nel maggio del 2013 a Fiorenzuola all’interno di un supermercato lungo la via Emilia. Ad originare il grave episodio una lite fra due donne: la moglie del quarantenne e la fidanzata diciottenne del ferito, entrambe marocchine.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà