Appello di Paolo Brosio a Piacenza: “Costruiamo l’ospedale a Medjugorje”

10 Luglio 2014

Paolo Brosio (3)

Ogni anno a Medjugorje si recano oltre 2 milioni di pellegrini, la maggior parte italiani, eppure non c’è un ospedale. La prima struttura sanitaria si trova a circa un’ora di strada tra l’altro ripida e accidentata. Se qualcuno venisse colto da malore o dovesse riportare ferite gravi avrebbe poche chance di cavarsela.

Il conduttore televisivo e giornalista Paolo Brosio, da anni impegnato in missioni umanitarie e pellegrinaggi, si sta facendo promotore di questa nuova avventura: costruire il primo ospedale di Medjugorje. Per farlo chiede l’aiuto anche dei piacentini appellandosi alla loro generosità. “Vorrei lanciare un appello a Piacenza, una città dal cuore grande – ha detto Brosio ai microfoni di Telelibertà – per partecipare con me al pellegrinaggio che partirà da Parma il 24 luglio e porterà i fondi raccolti per posare la prima pietra dell’edificio”. Per iscriversi o semplicemente aiutare l’associazione Onlus “Olimpiadi del Cuore” fondata da Brosio basta chiamare lo 0584/752757 oppure scrivere a [email protected].

Paolo Brosio si è convertito dopo aver toccato il fondo: un matrimonio fallito, la morte del padre e un momento di forte smarrimento. Lì, nel baratro, ha riscoperto Dio e poi a Medjugorje si è “avvicinato” alla Madonna. Da quando è stato illuminato da una luce nuova la sua vita è totalmente cambiata in meglio. Una specie di miracolo che il conduttore ha voluto condividere con gli altri.

data-lightbox="liberta " href="https://www.liberta.it/wp-content/uploads/2014/07/Paolo-Brosio-2.jpg" Paolo Brosio (2)

 

Paolo Brosio (9)

© Copyright 2021 Editoriale Libertà