Bonifiche aree militari, minori doveri per lo Stato. Costi sulle spalle del Comune

10 Luglio 2014

 

Area della Pertite nell'estate del 2009

I costi per bonificare le aree militari, Pertite in primis, potrebbero crescere a dismisura, una volta acquisite e trasformate a verde e ad usi civili e ricadere quindi sul Comune.

E’ la conseguenza del decreto 91/2014 che le equipara ad aree industriali (articolo n. 13, comma 5), quindi con una tolleranza di inquinamento molto più alta rispetto alle aree verdi o ad uso civile, creando così scorciatoie al ministero della Difesa per la dismissione con minori doveri di disinquinamento.

E fra i tantissimi aspetti del decreto in materia ambientale sono proprio queste nuove modalità di bonifica a generare dubbi: «Il Comune che “eredita” un’area militare deve finanziare una bonifica pesantissima» afferma l’assessore comunale Luigi Rabuffi. E questo disincentiva l’accollarsi di aree.

Tutti i dettagli oggi su Libertà

© Copyright 2021 Editoriale Libertà