Addio Sandvik, oggi giù la saracinesca. Cassa integrazione per 50 lavoratori

14 Luglio 2014

Chiusura Sandvik

Chiude oggi la Sandvik di Crocetta di San Polo. Un gruppo di lavoratori sarà impegnato nelle operazioni di smantellamento, mentre per la stragrande maggioranza è iniziata stamattina la cassa integrazione, che, come stabilito dall’accordo sottoscritto venerdì in Provincia, durerà un anno. Stamattina, lo stabilimento sembrava deserto: tolte le croci blu simbolo della lotta dei lavoratori, tolte la bandiere sindacali e pochissime le persone nella struttura.

Alcuni interessati – che hanno precisato di provenire dagli Stati Uniti – sono entrati in azienda, forse per l’acquisizione (che tuttavia potrebbe non tradursi in un impegno nei confronti dei lavoratori) della sede di Crocetta di San Polo. Come confermato dal presidente della Provincia, Massimo Trespidi, è stata infatti presentata una manifestazione di interesse.

L’accordo prevede un robusto sistema di incentivo all’esodo (dai 20 ai 50mila euro), diviso per scaglioni di età dei lavoratori. “Resta il rammarico per la chiusura di un’azienda sana” ha commentato Luigi Bernazzani (Cisl).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà