Topi e rifiuti in via XXI Aprile, protestano i residenti

15 Luglio 2014

Degrado a Torrione Fodesta (2)

 

“Elimineremo i cassonetti ed entro la metà di settembre partirà il porta a porta, dopo una campagna di informazione ai residenti”. E’ il primo provvedimento annunciato dall’assessore all’ambiente Luigi Rabuffi per rispondere alla situazione di degrado denunciata questa mattina dai residenti di via XXI Aprile a Telelibertà. Rabuffi ha anche spiegato di aver sollecitato azioni immediate contro la nutrita presenza dei ratti lamentata nei pressi di Torrione Fodesta.

Notizia delle 12.10
Topi e rifiuti in via XXI Aprile:&nbsp;<br>”Non ne possiamo più”
Decine di ratti che proliferano, si introducono nel cortile di casa e si nutrono dei resti dei rifiuti abbandonati in strada da chi, senza riguardo, li scarica intorno ai cassonetti di via XXI Aprile. È una situazione assolutamente insostenibile quella che lamentano i residenti, che hanno contattato Telelibertà per denunciare il degrado della strada. Lo stato di abbandono di Torrione Fodesta, che stando a loro fa ancora da casa a numerosi senzatetto, aggrava la situazione.

Il palazzo al civico 84 fa inoltre i conti con i resti del cantiere del cavalcaferrovia e gli inquilini hanno mostrato le recinzioni instabili presenti, che non sono mai state sostituite.

“Torrione Fodesta è un immobile di proprietà demaniale, che può essere ceduto gratuitamente agli enti locali a fronte di un progetto di utilizzo di interesse pubblico. Il Comune eseguirà un sopralluogo e segnalerà queste criticità al Demanio affinché intervenga al più presto” è l’annuncio dell’assessore al Demanio Silvio Bisotti.

Abbiamo esposto il problema anche all’assessore all’ambiente Luigi Rabuffi: “Sicuramente – afferma – il fenomeno dei ratti viene segnalato in modo diffuso negli ultimi tempi, tanto da far pensare che il loro numero sia aumentato. Avevamo già posizionato due esche per valutare il da farsi. Da parte dell’amministrazione garantisco l’impegno immediato a fare il possibile. Per quanto riguarda l’immondizia abbandonata in strada, questo non fa che aggravare la situazione. L’appello è quindi a una maggiore civiltà da parte di tutti. Intendiamo comunque procedere alla raccolta porta a porta nella zona, in modo da togliere quei cassonetti”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà