Omicidio via Colombo, estradato Bujari. Sarà ascoltato dalla procura di Piacenza

19 Luglio 2014

Sparatoria in via Colombo

E’ atterrato ieri pomeriggio all’aeroporto di Fiumicino Ramadani Bujari accusato di omicidio in concorso per la morte dell’albanese suo connazionale assassinato con due colpi di pistola il primo settembre scorso davanti al bar Baraonda di via Colombo. Ad attendere Bujari all’aeroporto vi erano due uomini della squadra mobile di Piacenza che hanno svolto le indagini del caso.

Bujari è sospettato di aver accompagnato in automobile i fratelli Mersin e Donard Uku al bar Baraonda. Uno dei due fratelli arrivato davanti al bar aveva sparato due colpi di pistola a Sadik Hajderi uccidendolo sul colpo. Subito dopo il delitto i tre albanesi erano fuggiti. I due fratelli erano stati fermati e arrestati dalla polizia 48 ore dopo all’aeroporto della Malpensa dove stavano per imbarcarsi per un volo diretto a Tirana. Bujari era invece riuscito a fuggire e a raggiungere l’Albania, dove era stato successivamente arrestato su mandato di cattura della magistratura italiana. La procura della Repubblica di Piacenza aveva poi chiesto l’estradizione per Bujari. Una richiesta che è stata accolta lo scorso 11 giugno con sentenza dal tribunale di Tirana. Bujari con il suo avvocato difensore sarà quindi presto sentito dagli inquirenti e dal Pm Emilio Pisante. Il delitto era maturato, secondo quanto emerso dalle indagini, nel contesto di una lotta fra clan albanesi destinata a controllare la prostituzione a Piacenza.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà