Fatture false e minacce di coltellate: rally nel fango, un altro arresto

17 Agosto 2014

20140817-072503.jpg

È stato eseguito nei giorni scorsi, un nuovo arresto nell’ambito dell’inchiesta sul giro di false sponsorizzazioni nel mondo dei rally nel Nord Italia.
Il provvedimento ha interessato un 58enne lombardo, ma residente a Piacenza. L’indagine è stata condotta dai carabinieri e dal nucleo di polizia tributaria delle fiamme gialle. Emessa dal tribunale di Torino, è l’ultimo tassello nel quadro che ha cominciato a prendere forma a partire dal 12 dicembre scorso, quando un piacentino di 41 anni, dopo essere stato preso a pugni, viene minacciato: «La prossima volta saranno coltellate». L’uomo si rivolge ai carabinieri e da lì scatta l’inchiesta sui falsi sponsor. Che porta a scoperchiare un mondo fatto di fatture gonfiate per oltre due milioni di euro.
Tutti i dettagli pubblicati su Libertà in edicola oggi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà