Val Trebbia

I residenti di La Residenza al Penice: “Basta problemi all’acquedotto”

26 agosto 2014

20140825-203345.jpg

Sono rimasti senz’acqua per tutta la giornata di domenica i settanta residenti della località privata “La Residenza” al Passo Penice, in comune di Bobbio, al confine con Pavia. I referenti del comitato “Penice da salvare” e della cooperativa “Acquedotto Amici del Penice” hanno incontrato il sindaco di Bobbio, Roberto Pasquali, chiedendo maggiore sicurezza stradale, di competenza della Provincia, tasse agevolate sui rifiuti calibrate sui mesi dell’anno in cui i cittadini sono presenti nella zona, valorizzazione della zona montana con spazi verdi attrezzati per i bambini e panche per gli anziani. Sul problema dell’acqua, in particolare, i cittadini hanno evidenziato le problematiche sorte nella gestione dell’acquedotto privato che fornisce acqua alla zona e versa in difficoltà manutentive. “L’acquedotto svolge un servizio rilevante, essenziale per la zona del Penice ma anche per i comuni di Menconico, Romagnese, Bobbio e relative frazioni – hanno detto i cittadini -. Ora rischia di non garantire più una corretta continuazione del servizio per i suddetti problemi. Chiediamo che l’acqua diventi finalmente un servizio pubblico garantito. Vorremmo che arrivasse nuova linfa in questa splendida montagna”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE